Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa vivere un’esperienza positiva sul nostro sito.
Cliccando OK ci confermi che sei d’accordo con l’utilizzo dei cookie a tale scopo. OK APPROFONDISCI
l'uomo diventa ciò che pensa

Laboratori delle Soluzioni

APPRENDIMENTO INTEGRALE in pillole, per rimanere “interi” nella realtà dirompente

Il futuro non è più quello di una volta”

Oggi osserviamo importanti trasformazioni di contesto, anche contraddittori tra loro, che stimolano fortemente la nostra società.

L'accelerazione esponenziale della complessità è, oramai, al di fuori della portata delle nostre sole capacità razionali. Basti pensare al mix generato dal crescente indice di tecnologia, di innovazione e dall’effetto in tempo reale che esse hanno in tutto il mondo.

Per difesa, davanti a questo fenomeno, c’è un crescente timore e una tensione al controllo e alla burocratizzazione dei processi; il che rende incandescenti le relazioni a tutti i livelli.

A questo si aggiunga il livello di pericolosità eco-sistemica dei modelli commerciali e finanziari che oggi governano tutte le transazioni e decisioni politiche, trasformando a piacere le istituzioni, enti e corporazioni che eravamo abituati a considerare un immutabile riferimento sociale.

In sintesi oggi, accettare la sfida evolutiva, significa riconoscersi in un costante e inarrestabile flusso di cambiamento che, volenti o no, spazza via a velocità crescente il vecchio e tutte le sue incrostazioni.


"Non sopravvive il più forte o il più intelligente, ma chi si adatta più velocemente al cambiamento”. Charles Darwin.

Un solo cervello non basta più.

 

L’approccio Integrale considera l’essere umano un tutt’uno costituito da tre dimensioni: Mente (razionale), Corpo (fisiologia) e Emozione (Volontà) e ognuna di esse è in grado di elaborare significati dalla realtà circostante. Questo approccio è mirato ad integrare fra di loro le tre dimensioni permettendo alla persona di sentirsi più “intera”, più a contatto con le proprie risorse generando, così, una maggiore consapevolezza e fiducia in sé e nelle proprie capacità.
In realtà questi concetti erano, fino a 10-15 anni fa, contenuti quasi esclusivamente nelle filosofie orientali, tipo il Buddismo, lo Zen o simili. Oggi sono parte integrante dei nuovi paradigmi applicati nella facilitazione dei processi di cambiamento.

 

Un processo di apprendimento evolutivo, oggi, non passa più attraverso due sole fasi “capisco-faccio” ma bensì tre, “capisco(razionalità)-sento(volontà)-faccio(corpo)”. Dove anche l’azione generata dal corpo è, di per sé, un processo di conoscenza e non un atto meccanico. Apprendere, quindi, significa essere in grado di percepire gli stimoli in ogni fase dell’esperienza che è completa solo quando è stata generata tramite l’utilizzo delle “3 H”: Head-Heart-Hand

 

Grazie alle nuove scoperte delle neuroscienze, della biologia e della fisica quantistica, sappiamo che le nostre cellule dispongono di una sofisticata intelligenza in grado di interpretare la realtà e di fornirci insight particolarmente efficaci. Il corpo, inoltre, è anche il mezzo che la nostra volontà utilizza per comunicare con la nostra parte cognitiva. Essa, attraverso le sensazioni fisiche, i sentimenti e le emozioni sono, ci parla e ci indica, di volta in volta cosa ci appartiene e cosa no.
In effetti quando i neuroscienziati, ca 15 anni fa, sono riusciti a misurare lo scambio di segnali elettromagnetici tra cuore e cervello hanno rilevato che quelli che partivano dal cuore verso il cervello erano 400 volte quelli del flusso opposto.

Questi e molti altri esperimenti hanno fatto emergere nuovi orizzonti scientifici in materia, dando vita a movimenti di pensiero internazionali animati da Scienziati, Educatori, Medici, Manager, etc. che stanno rivoluzionando i principi dell’apprendimento, e quindi del cambiamento, individuale e organizzativo. Per esempio in una delle più prestigiose Università del mondo, il MIT Massachusetts Institute of Technology di Boston U.S.A., Otto Sharmer insegna come attivare l’evoluzione individuale, sociale ed economica attraverso questo l’approccio l’Integrale, da lui definito Olistico-Sistemico. (https://www.presencing.com/)

Così, i tre cervelli, una volta messi in fase, ci rendono più “potenti” nel focalizzare ciò che è essenziale nel raggiungimento dei nostri obiettivi, nel generare innovazione e nel migliorare la qualità delle nostre decisioni.

L’associazione Segni di Ripartenza di Roma, per far “assaggiare” questo tipo di approccio, organizza i Laboratori delle Soluzioni

Il prossimo evento sarò il 4 aprile 2017.

Essi sono incontri interattivi ed esperienziali durante il quale i partecipanti hanno l’opportunità di applicare le più innovative metodologie di comprensione e risoluzione delle criticità alle proprie tematiche personali e professionali. Essi possono durare da un minimo di 3 ore a un massimo di due giornate a seconda del livello dei contenuti formativi e coinvolgono da un minimo di 3 fino a un massimo di 25 persone.
Non è richiesta alcuna preparazione, ed è possibile cogliere potenti intuizioni immediatamente fruibili da qualsiasi livello di partecipazione. Infatti, durante le pratiche, tutti potranno scegliere se rimanere semplici spettatori, partecipare attivamente, o fare il cliente.
Il gruppo, mettendosi a disposizione, ora di un tema ora di un altro, sviluppa la propria intelligenza sistemica fornendo a ciascun membro nuove possibilità e nuove visioni per interpretare in modo affidabile la realtà.


Questo approccio all’apprendimento migliora le abilità direttamente connesse alla Leadership quali:

  • la comunicazione consapevole e la risoluzione dei conflitti

  • gestire il cambiamento

  • Time Management - la gestione di Sé nel tempo

  • intuire, nel presente, i segnali del futuro emergente

  • saper come sviluppare plasticità e resilienza sotto stress

  • sviluppare l’intelligenza collettiva dei team

  • valorizzare le diversità


Le metodologie utilizzate durante gli incontri nascono dall’incontro di diverse pratiche e modelli di pensiero:

  1. Solution Focused Work, È un approccio innovativo, breve ed efficace per le persone, i team e le organizzazioni. Il suo utilizzo determina ciò che funziona bene e lo usa per il raggiungimento degli obiettivi passo dopo passo. Insoo Kim Berg e Steve de Shazer insieme ai loro colleghi di Milwake sono i fondatori di questo approccio
     

    Theory U, elaborata da Otto Sharmer Essa parte dal presupposto che la qualità dei risultati che creiamo in qualsiasi tipo di sistema sociale è una funzione della qualità della consapevolezza, attenzione o coscienza del sistema al quale appartengono le persone che lo compongono. Da quando è stata sistematizzata, attorno al 2006, la Teoria U è stata interpretata in tre modi principali: in primo luogo come una mappa, secondo, come un metodo per gestire un profondo cambiamento, il terzo come un modo di essere - il collegamento al più autentico agli aspetti più elevati del nostro sé.

  • Costellazioni Integrali, rappresentano uno sviluppo di quelle Sistemiche elaborate da Bert Hellinger negli anni ‘ 80. Un sistema è formato da almeno due elementi che interagiscono. Un problema è un sistema, così come lo è una famiglia, una relazione sentimentale, una fusione aziendale, un mutuo, etc. Le Costellazioni sono una rappresentazione tridimensionale di un sistema, mediante una metodologia scenica e rappresentativa. Tale modalità permette di approfondire, comprendere e risolvere le dinamiche ivi nascoste (sia in ambito familiare, che organizzativo, relazionale, valoriale, evolutivo, ecc).

  • Tecnologie Sociali Partecipative, È un insieme di metodologie dialogiche mirate a far emergere e valorizzare l’intelligenza collettiva e la capacità di auto-organizzazione di gruppi di qualsiasi dimensione. Partendo dal presupposto che le persone danno la loro energia e prestano le loro risorse per ciò che più conta per loro - nel lavoro come nella vita – Esse sono una suite di potenti processi di conversazione per invitare le persone ad approfondire ciò a cui tengono, nonché a intervenire e farsi carico delle sfide di fronte loro.

  • Mindfulness. La descrizione di Jon Kabat-Zinn, uno dei pionieri di questo approccio, è una delle più efficaci nel farci comprendere questo modo di essere che si basa sulla pratica della meditazione. “Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare: a) con intenzione, b) al momento presente, c) in modo non giudicante”. Si può descriverla anche come di un modo per coltivare una più piena presenza all’esperienza del momento, al qui e ora.

In estrema sintesi, in un contesto sociale sempre più complesso, dirompente e socialmente frammentato i laboratori, oltre a formare

le persone sui propri casi reali, sono anche uno spazio di aggregazione dove i partecipanti costruiscono legami forti fondati sulla

condivisione delle soluzioni e, così facendo, apprendono ad apprendere con continuità e metodo.

 

Fabio Cortese

Facilitatore nei processi di cambiamento e consulente d’impresa.


http:// <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/AxdGQnMyxHQ?rel=0&amp;controls=0" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

Altri articoli

Continua a leggere
Storia della nascita della Community #RiscopriArte

La prima Community che aggrega imprenditori Sognatori Artisti a Specialisti del Business e Consulenti d'Impresa per realizzare un grande progetto #ImprendiArte

Continua a leggere
Riscoprire la propria arte, diventarne Imprenditori!!

Arte e musica! Come vivere delle proprie passioni. Il primo passo nella direzione dell’arte come idea e progetto da realizzare. Quando la passione per la propria arte mostra la strada del successo.

Continua a leggere
Imprenditrice di se stessa

La dottoressa Imprenditrice di se stessa, per l'orientamento al lavoro. Valeria Caputo e la psicologia del lavoro al servizio delle Persone

Continua a leggere
#ImprendArtisti La prima Community italiana di imprese di arte e musica

E se le tue passioni artistiche non fossero destinate a rimanere soltanto nella tua stanza? E se la tua Arte potesse finalmente ricevere il giusto grado di importanza che merita? Come sarebbe se ti venisse offerta la possibilità di vivere d'arte?

Continua a leggere
SATORI Spot "Apologia dell'Abbondanza "

La povertà è la consapevolezza della mancanza, la ricchezza è la consapevolezza dell'abbondanza (cit: Kriyananda)

Continua a leggere
#ROBOTICYOUNG

Contest “Automazione innovaTTiva” #ROBOTICYOUNG L'opportunità che aspettavi per mettere in gioco le tue capacità di progettazione e problem solving in GARA Una competizione con altri appassionati di robotica per risolvere specifiche problematiche.

Continua a leggere
SATORI Spot ...." dove hai messo le chiavi? "

È un ciclo di seminari condensato in 2 ore e permette chi ha poco tempo di ricevere contenuti di alto valore a basso costo. “..dove hai messo le chiavi?”

Continua a leggere
SELFIEmployment

CI VEDIAMO IL 7 MARZO 2018 Prenota il tuo posto per avere le informazioni necessarie ad avere i 50.000 € per finanziare la tua Idea d'Impresa.

L'uomo diventa ciò che pensa.
Diamo sostegno agli individui che si trovano
in difficoltà nel mondo del lavoro e nella vita.
Scegli i Nostri Percorsi Contattaci ora!