Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa vivere un’esperienza positiva sul nostro sito.
Cliccando OK ci confermi che sei d’accordo con l’utilizzo dei cookie a tale scopo. OK APPROFONDISCI
l'uomo diventa ciò che pensa

Ripartire da se stessi per essere protagonisti del proprio futuro: il progetto alternanza scuola lavoro

"Mirate in alto, calciate lontano: se andate a caccia di stelle, può darsi che non le troviate,
ma non tornerete con un pugno di fango"


Gibran

A seguito di quanto previsto dalla legge 107 del 13 Luglio 2015 “la Buona Scuola” in merito ai progetti di alternanza scuola lavoro (ASL), tutte le Istituzioni Scolastiche di II grado dovranno prevedere nel Piano dell’offerta formativa percorsi di alternanza scuola lavoro nelle classi III, IV e V, da realizzare in collaborazione con associazioni ed imprese presenti sul territorio.

 La scuola e l’azienda rappresentano oggi due leve fondamentali per lo sviluppo della nostra economia anche in un periodo di notevoli difficoltà economiche e di rapide trasformazioni, come quello che stiamo attraversando. Bisogna riconoscere che entrambe sono importanti “soggetti formativi” perché favoriscono l’acquisizione di conoscenze e di competenze non solo professionali, ma anche sociali e personali. Per questo motivo è bene che fra loro si stabilisca una costruttiva sinergia e una fattiva collaborazione per assicurare agli studenti, grazie all’esperienza di ASL l’apprendimento di competenze spendibili nella vita personale e professionale. Scuola e azienda sono dunque co-protagonisti evoluti ed innovativi dello sviluppo delle risorse umane, essenziali per il progresso sociale, culturale ed economico del nostro territorio. Il tessuto produttivo della nostra regione, soprattutto nell’attuale difficile momento congiunturale, necessita di competenze tecnico-scientifiche sempre più elevate per sviluppare prodotti competitivi, affrontare nuovi mercati esteri, rivedere i propri costi di produzione e contrastare la concorrenza internazionale sempre più competitiva. In questa ottica riveste carattere prioritario la collaborazione tra il sistema scolastico e quello produttivo: il loro fruttuoso dialogo è indispensabile per favorire il diffondersi della cultura del lavoro, ma nel contempo anche la valorizzazione dello studio e dell’impegno personale. Per l’impresa inoltre rappresenta anche una grande opportunità per affermare l’importanza del suo ruolo sociale. Il mondo della scuola ed il mondo dell’impresa usano, da troppo tempo, linguaggi diversi. Solo il riconoscimento dell’utilità del dialogo rende i concetti e le parole comprensibili ad entrambi. La scuola forma l’uomo ed il cittadino, fornendo una cultura di base, educandolo alla responsabilità. L’impresa e le professioni chiedono giovani preparati, con alcune competenze specifiche, ma soprattutto chiedono che il giovane sia in grado di affrontare i problemi con metodo analitico ed orientato alla soluzione. La scuola, come l’impresa, è “comunità di persone”. Entrambe hanno al centro la risorsa umana, per questo devono dialogare, capirsi, lavorare insieme. Entrambe lavorano per un fine sociale: la scuola per la cultura e l’educazione all’esercizio responsabile dei diritti di libertà, l’azienda per la professionalità, l’occupazione e la creazione di ricchezza. La scuola fornisce competenze ed abilità trasversali e professionali che serviranno ai giovani per l’inserimento e la permanenza nel mercato del lavoro: deve “insegnare ad imparare”, ad utilizzare cioè integralmente il patrimonio individuale di conoscenze e competenze posseduto, per produrre nuovo valore attraverso il lavoro.

Il percorso formativo Alternanza Scuola Lavoro (ASL) prende avvio da un’analisi dell’offerta del territorio attraverso l’incontro tra i fabbisogni formativi della scuola e quelli professionali dell’azienda. Il percorso di ASL è  svolto con la collaborazione delle scuole  con l’associazione Segni di Ripartenza che contribuisce a disegnare un nuovo umanesimo lavorativo collocando la persona al centro della società e dell'azienda in questo caso per la prima volta attraverso l’accompagnamento nell’esperienza di ASL.  

Segni di Ripartenza fornisce  teorie, metodi e pratiche di gestione del percorso ASL e grazie alla collaborazione con lo Studio di Consulenza del Lavoro Casiglia Ronzoni, crea  i contatti con piccole, medie e grandi imprese garantendo opportunità di tirocinio c/o Ambasciate, Istituzioni culturali, Onlus, Imprese dello spettacolo, Associazioni di categoria, Aziende nel settore Metalmeccanico, Commercio, Industria, Assicurazioni, Edilizia, Autotrasporto Merci,  Grafici Editoriali , Pubblici Esercizi rispondendo alle esigenze particolari di ciascuna istituzione scolastica.

L’obiettivo del progetto ASL è quello di: - contribuire a far scoprire il lavoro e le competenze come momento fondamentale per la realizzazione di sé; - contrastare il fenomeno dell’abbandono e la dispersione scolastica; - far conoscere la realtà aziendale e sviluppare idee imprenditoriali. Tale percorso trae inizio da un progetto formativo definito congiuntamente dagli attori in gioco (la scuola, l’associazione di Segni di Ripartenza e le aziende) e si sviluppa attraverso una cura continua che prevede monitoraggio, verifica ed eventualmente correzione e miglioramento lungo tutto il cammino formativo.

A cura di Maria Buccolo

Altri articoli

Continua a leggere
Segni di Ripartenza nel Fondo Futuro

l microcredito di Fondo Futuro è uno strumento finanziario di giustizia sociale (tuttora aperto con scadenza prorogata al 16 gennaio 2017). Grazie al servizio di consulenza SDR nella presentazione delle proposte

Continua a leggere
Crearsi il proprio lavoro è una bella impresa!

Diversamente da ciò che ci raccontano i mass media, ci sono persone che già oggi stanno costruendo un proprio modo di lavorare, vivere, fare comunità ed economia...

Continua a leggere
Orientar-si alla scelta

Ripartire da se stessi per poter costruire un futuro migliore cominciando dall'analisi delle proprie risorse, è stato sicuramente uno degli obiettivi perseguiti in questi anni dall'associazione Segni di Ripartenza di Roma che ha operato...

Continua a leggere
Welfare aziendale: noi preferiamo chiamarlo BenEssere Organizzativo

Si fa un gran parlare di welfare negli ultimi tempi, questo perché si è da più parti convinti che attivare politiche ...

Continua a leggere
Un sogno nel cassetto

In un momento in cui per le imprese le parole d’ordine sono “costi”, “ottimizzazione”, “riposizionamento”, "esternalizzazione", proviamo, a partire dalle idee di miglioramento che i collaboratori tengono nei propri cassetti a volte timidamente, a pensare a una condivisione di esse...

Continua a leggere
15 consigli su come vendere la tua azienda in due mesi.

In questo clima di precarietà economica e di crisi di vendita, molte aziende, soprattutto quelle piccole, stanno meditando di mettere in vendita la propria attività...

Continua a leggere
Sai chi sono i Neet? Sei un giovane tra i 15 e i 29 anni? Non frequenti la Scuola o l’Università?...

Mi hanno detto che se trovo un NEET da assumere è come...

L'uomo diventa ciò che pensa.
Diamo sostegno agli individui che si trovano
in difficoltà nel mondo del lavoro e nella vita.
Scegli i Nostri Percorsi Contattaci ora!