Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa vivere un’esperienza positiva sul nostro sito.
Cliccando OK ci confermi che sei d’accordo con l’utilizzo dei cookie a tale scopo. OK APPROFONDISCI
l'uomo diventa ciò che pensa

Un sogno nel cassetto

In un momento in cui per le imprese le parole d’ordine sono “costi”, “ottimizzazione”, “riposizionamento”, "esternalizzazione", proviamo, a partire dalle idee di miglioramento che i collaboratori tengono nei propri cassetti a volte timidamente, a pensare a una condivisione di esse: si potranno creare più autentici legami collaborativi e affettivi in azienda, un rinnovato senso di appartenenza e responsabilità, maggiore motivazione intrinseca e una più autentica coesione interna.

E' possibile infatti che la creazione di un incontro tra la necessità delle aziende e la liberazione della creatività dei collaboratori, possa davvero risultare essere la chiave di volta per superare la crisi contingente in modo davvero reale e produttivo.

Per le aziende si tratterebbe di passare dalla logica della riduzione a quella della valorizzazione.

Per i dipendenti si tratterebbe di passare dalla logica del timore (inadeguatezza, perdita del rapporto di lavoro) a quella della proposta proattiva e si andrebbero ad incontrare due necessità complementari, quella dell'imprenditore di rilanciarsi sul mercato e quella del collaboratore di restare nell' organizzazione in modo motivato e attivo.

E' possibile che si possa generare anche un rinnovamento culturale, un sentire l'impresa come qualcosa da far crescere in modo protetto insieme e senza barriere fittizie o addirittura contenziosi infiniti.

Un’Impresa vista come luogo dove si produce e si pensa e non come posto dove si rincorrono norme, costi e contingenze burocratiche.

Un esempio pratico, nelle aziende potrebbero essere creati dei momenti durante i quali condividere problemi e proposte di soluzione, togliendosi di dosso divise formali effettive e mentali e semplicemente tirando fuori in modo spontaneo e franco i propri contributi. Si avrà sempre tempo per tornare nei propri "panni" e nei propri ruoli durante la giornata di lavoro per seguire gli adempimenti routinari, ma intanto si andrà a costituire un serbatoio di idee condivise da implementare per il bene di tutti.

Le tematiche e le tecniche della cooperazione, della qualità totale standardizzata e della qualità cosiddetta inattesa, possono dare un buono spunto per partire, ma la novità dell'approccio può stare nell'incontro concreto e franco tra imprenditore e collaboratori sulla domanda "cosa ho pensato di nuovo per me e per il mio lavoro che non ho mai avuto il coraggio di proporre?"

E poi...è POSSIBILE semplicemente lasciando che queste dinamiche si sviluppino...che tutto ciò accada!!! Il ruolo può essere facilitato da segni di ripartenza Valorizzando i talenti, con Percorsi di crescita collettivi, Counseling e Consulenza aziendale.

Il mio sogno nel cassetto è un progetto Work in progress, e presto salperà! Buona ripartenza a tutti!

di Paola Santini

Altri articoli

Continua a leggere
Segni di Ripartenza nel Fondo Futuro

l microcredito di Fondo Futuro è uno strumento finanziario di giustizia sociale (tuttora aperto con scadenza prorogata al 16 gennaio 2017). Grazie al servizio di consulenza SDR nella presentazione delle proposte

Continua a leggere
Crearsi il proprio lavoro è una bella impresa!

Diversamente da ciò che ci raccontano i mass media, ci sono persone che già oggi stanno costruendo un proprio modo di lavorare, vivere, fare comunità ed economia...

Continua a leggere
Orientar-si alla scelta

Ripartire da se stessi per poter costruire un futuro migliore cominciando dall'analisi delle proprie risorse, è stato sicuramente uno degli obiettivi perseguiti in questi anni dall'associazione Segni di Ripartenza di Roma che ha operato...

Continua a leggere
Welfare aziendale: noi preferiamo chiamarlo BenEssere Organizzativo

Si fa un gran parlare di welfare negli ultimi tempi, questo perché si è da più parti convinti che attivare politiche ...

Continua a leggere
Un sogno nel cassetto

In un momento in cui per le imprese le parole d’ordine sono “costi”, “ottimizzazione”, “riposizionamento”, "esternalizzazione", proviamo, a partire dalle idee di miglioramento che i collaboratori tengono nei propri cassetti a volte timidamente, a pensare a una condivisione di esse...

Continua a leggere
15 consigli su come vendere la tua azienda in due mesi.

In questo clima di precarietà economica e di crisi di vendita, molte aziende, soprattutto quelle piccole, stanno meditando di mettere in vendita la propria attività...

Continua a leggere
Sai chi sono i Neet? Sei un giovane tra i 15 e i 29 anni? Non frequenti la Scuola o l’Università?...

Mi hanno detto che se trovo un NEET da assumere è come...

L'uomo diventa ciò che pensa.
Diamo sostegno agli individui che si trovano
in difficoltà nel mondo del lavoro e nella vita.
Scegli i Nostri Percorsi Contattaci ora!